Giorgio Laveri

Giorgio Laveri è nato a Savona.
Ha maturato esperienze artistiche dedicandosi professionalmente dai primi anni ‘70 alla cinematografia e al teatro. Parallelamente ha portato avanti un ciclo di ricerca pittorica su tela e ceramica, tesa a sviluppare correlazioni fra le differenti discipline artistiche.
Dopo le prime mostre personali, Genova 1973, nascono le "mostre a soggetto", proposte di espressione artistica che perfezionano e completano gli allestimenti cinematografici e teatrali presentati con notevole frequenza nel periodo 1973-83. Nel 1986 nasce Cineceramica - fotogrammi fissati sull’argilla e oggetti riproducenti grandi miti della celluloide - mostra itinerante che tocca molte città italiane: Festival della Titanus Cinematografica, Isole Eolie; Galleria del Duomo, a cura del Comune di Milano in occasione della premiazione dei film della Rassegna d’arte cinematografica di Venezia; Palazzo di S. Maria di Colonna, Comune di Trani.
Nel 1990 perfeziona il suo ciclo di ricerca con le prime rappresentazioni teatrali di ceramica-luce-movimento e nel 1991 con una nuova sperimentazione, presentata in anteprima nazionale al Festival di Borgio Verezzi, porta in tournée una mostra di grandi opere in ceramica legate allo spettacolo rappresentato.
Nel frattempo partecipa a numerosi allestimenti, tra cui: Museo Giardino Pacetti, Albisola Superiore; Arte Fiera Bologna; Unione Banche Svizzere, Lugano.
Nel 1996 fonda, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale di Genova, "Il giardino del mago", gruppo con il quale da vita ad una serie nutritissima di lavori sperimentali in Italia e in Francia. Negli ultimi anni ha legato il suo lavoro ad eventi promossi da Enti Pubblici e a manifestazioni in Italia e all’estero curate da spazi privati.