Barbara Pecorari

Barbara Pecorari nasce a Scandiano (Reggio Emilia) terra di musica rock, ai piedi della storica rocca, in una notte d'inverno del ‘73 da genitori hippy, all'interno di un pulmino Volkswagen. Cresce in campagna quasi allo "stato brado", affidata ad una coppia di anziani contadini, Laura e Pio, che la accolgono come una figlia. Trascorre così la sua infanzia, tra i profumi del fieno e della stalla, ma anche tra i colori delle stagioni di una natura ancora incontaminata. Conoscerà solo diversi anni dopo i propri genitori che nel frattempo avevano continuato la loro vita nomade in giro per l'Europa, vivendo del proprio artigianato. Barbara rimane irresistibilmente colpita da una copia di un dipinto di Antonio Ligabue raffigurante due galli, che trova nella soffitta della casa adottiva. Questo episodio sarà quello decisivo che la avvicinerà alla pittura. Adolescente incontra i maestri Giuseppe Incerti e Massimo Buffagni, ai quali mostra i suoi primi lavori; da loro viene incoraggiata a sviluppare una tecnica sempre più personale e a mettere a fuoco un proprio stile espressivo. È di quegli anni la sua abitudine di girare per la campagna "armata" di tele, pennelli e colori, per cogliere l'emozione che la natura esercita su di lei e per fissarla subito. Successivamente frequenta l'Istituto d'Arte "Gaetano Chierici" di Reggio Emilia, ma di li a poco Barbara farà i conti con un periodo di disinnamoramento per l'arte visiva che durerà qualche anno. Sotto la cenere però continua ad ardere la passione per la pittura, e poco alla volta il bisogno di raccontarsi ancora, torna ad essere pressante. A 18 anni si riavvicina ai pennelli, e da vita ad una serie di tele che hanno come soggetto i paesaggi del proprio vissuto legati alle sue memorie di bambina. Veri e propri panorami della memoria. Per Barbara è importante la tridimensionalità. Le sue opere hanno la necessità di emergere dalla tela, si fanno richiamo per la mano, ed è proprio lei ad invitarci ad un contatto fisico con il dipinto. I colori esplodono, si fondono, si ergono con vigore, vanno oltre i confini dell'occhio e raggiungono l'anima per restarvi.

Esposizioni 
25/06/2011 to 11/09/2011
La Marguttiana di Forte dei Marmi
Forte dei Marmi
Luglio 2011
Vistamare
Anacapri
Galleria Giosimoarte Anacapri
03/12/2011 to 30/01/2012
A proposito di Donne
Noca, Lugano